Mal dell’esca della vite.

Il mal dell’esca, è una malattia della vite causata da un gruppo di funghi che colonizzano i vasi linfatici e il legno, compromettendo la traslocazione dell’acqua e dei nutrienti dalle radici alla parte aerea della pianta.

Le viti con il legno ampiamente compromesso in primavera hanno uno sviluppo ridotto con tralci esili, filiformi ed internodi molto raccorciati.
Le difficoltà vegetative sono espresse anche da fenomeni marcati di ingiallimenti dei tralci erbacei.
Nel decorso acuto la vite presenta un improvviso disseccamento generalizzato di foglie e grappoli che permangono a lungo sulla pianta.
Il fenomeno si nota specialmente in estate, con maggiore frequenza dopo piogge abbondanti.
In generale le piante che esprimono la forma acuta dell’esca muoiono, però in alcuni casi possono presentare ricacci di polloni, quasi sempre dal portainnesto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *